Come scegliere una scheda madre?

In questa guida vedremo come valutare l’acquisto di una scheda madre e quali fattori vanno tenuti in conto sia che compriamo una scheda madre per ovviare ad un guasto e sia che stiamo valutando l’acquisto di una scheda madre per assemblare un PC.

scheda_madre

La scheda madre (o mobo/motherboard) è la componente più importante in assoluto del tuo PC. Come ben saprai o capirai dal nome stesso, è la “madre” di tutte le schede, ovvero tutti i componenti del PC vanno collegati ad essa per farlo funzionare. Generalmente però, insieme al case, è il componente più sottovalutato e quello dove tendiamo (tutti noi) a risparmiare, ignorando il fatto che una scheda madre di bassa qualità porta ad avere scarse prestazioni a livello generale. Insomma nell’acquisto di una scheda madre il principio del “basta che funzioni” non va bene: bisogna prendere una scheda madre adatta i nostri utilizzi. Ma come valutare una buona scheda madre?

Per scegliere una scheda madre dobbiamo valutare almeno quattro fattori fondamentali:

Dimensioni o Formato;
Socket del processore;
Chipset;
Connettori in-board e posteriori;

Ma vediamo ogni fattore al dettaglio:

Dimensioni o Formato

Ovviamente per forza di cose la dimensione o formato è un fattore da non trascurare nella scelta di una scheda madre. Sia che abbiamo un case o che non lo abbiamo, la dimensione della scheda madre deve essere compatibile con il case che vorremo usare (quindi in caso tu debba comprare un case ricordati che devi comprarne uno dove la scheda madre e tutti gli altri componenti come l’alimentatore, gli hard disk ed eventuali lettori DVD possano entrarvi senza problemi). Inutile dire che all’aumentare delle dimensioni, aumentano anche i prezzi. Per aiutarti nella scelta in ogni caso esistono dei formati standard (o form factor) come quelli indicati in tabella.

Socket del processore

socket_lga1150

Il socket del processore è un altro aspetto fondamentale, specialmente se si è già in possesso di un processore. Come saprai i socket di processori sono suddivisi in base al produttore (Intel o AMD) e in base al tipo di socket. Il socket ho connettore è una piastra di un numero vario di pin. In base al tipo di socket, cambia anche il tipo di processore da usare. Come dicevamo, le schede madri possono avere o un socket Intel o uno AMD. Gli ultimi socket in ordine di uscita in casa Intel sono il socket 1150, il 2011 e il 1151, mentre per AMD sono AMD1/2/3, FM1/FM2 e L1. Chiaramente non possiamo montare un processore Intel su un socket AMD, come non si può montare un processore Intel socket 1150 su un socket Intel 1151. Perciò è molto importante scegliere una scheda madre avente un socket compatibile con il processore che si intende usare, altrimenti si rischia di sprecare soldi. Ricordiamo sempre che, più il socket si avvicina allo standard attuale e più aumentano i costi.

Chipset

chipset

Il chipset è forse la caratteristica delle schede madri di cui si ignora più la presenza e l’importanza. Il compito del chipset è di smistare le informazioni tra CPU, RAM e hard-disk (e difatti in genere il prezzo della scheda madre aumenta considerevolmente a causa del chipset). Con un chipset scadente o a basse prestazioni, verranno ridotte sensibilmente le prestazioni del PC stesso visto che il chipset tende a porre i cosiddetti colli di bottiglia quando si installano componenti con caratteristiche molto superiori al chipset stesso, ignorando di fatto la sua presenza.

I chipset sono generalmente Intel o AMD e sono suddivisi in alte prestazioni o mainstream per Intel e Series A o Series 9 per AMD. Per maggiori informazioni sui chipset attuali ti consigliamo di collegarti ai seguenti link:

Intel Alta prestazione;
Intel Mainstream;
AMD Series A;
AMD Series 9;

Quando si valuta un chipset bisogna tener conto della frequenza delle Ram stesse e la FSB (o DMI) della CPU cosi da evitare di comprare dei componenti non compatibili o che si spenda tanto per un componente che si userà a rilento.

Connettori in-board e posteriori

Infine qualcosa che può interessarti sono i connettori in-board e posteriori. Parliamo prima dei connettori in-board. I connettori interni alla scheda madre sono:

– Connettori PCI EXPRESS (per schede video, rete, audio e adattatori vari);
– Connettori Sata;
– Slot memorie Ram;

Dei connettori PCI EXPRESS e degli Slot delle Ram abbiamo parlato parecchio in questo articolo e in questo. In poche parole l’interesse tuo deve essere quello di comprare una scheda madre che ti provveda abbastanza connettori PCI EXPRESS che ti servono per le diverse schede ausiliarie ed almeno uno 3.0 (quello dedicato per la scheda video). Inoltre una buona scheda madre ha diversi slot per le memorie RAM (generalmente almeno quattro) cosi da permettere una possibile espansione futura.

Per quanto riguarda i connettori Sata gli standard in uso sono 2:

– Sata2;
– Sata3;

La differenza tra i due è che il Sata3 è più performante ed è generalmente usato per collegarli gli hard-disk (specialmente gli SSD), mentre il Sata2 viene usato dai lettori DVD o dagli hard-disk classici in assenza di connettori Sata3. Una buona scheda madre deve possederli entrambi se ti interessano le alte velocità (soprattutto se usi SSD), ma il Sata2 è ancora una scelta solida in un PC economico. Piccolo appunto: avvolte i Sata3 non sono collegati direttamente al chipset, ma vengono gestiti da un controller a parte (come nell’immagine dove le due porte Sata3 sono gestite da un controller ASMEDIA). In questo caso è meglio evitare di collegare un SSD in una porta del genere, visto che gli SSD funzionano meglio se collegati al chipset direttamente. Perciò fai attenzione se una scheda madre ha delle porte Sata3 gestite da un controller separato, per evitare eventuali cali di prestazioni.

I connettori posteriori, invece, sono tutti i connettori che ci si pongono dinanzi nel pannello posteriore del case. Sono diverse:

– Porte USB 2.0 e 3.0/3.1 (distinguibili se sono di colore azzurro);
– Connettori Jack 3,5mm della scheda audio integrata;
– Connettori VGA/DVI-D/DVI-I/HDMI della scheda video integrata;
– Connettori PS/2 per mouse o tastiera;
– Connettore RJ45 della scheda di rete integrata;
– Eventuali porte parallele (in disuso);

Ovviamente questi connettori sono a tua completa discrezione, in base all’uso che ne fai e se per esempio hai voglia di comprare una scheda video dedicata o meno (per usi casalinghi una scheda video dedicata è un optional). Le uniche cose che ti consigliamo di avere sono le porte USB 3.0/3.1, essendo l’attuale standard in uso, cosi da avere delle porte USB ad alta velocità nel tuo PC.

Conclusioni

Scegliere una scheda madre è un compito delicato: se si fanno errori in fase di pre-acquisto nel valutarne una sarà parecchio difficile sostituirla dopo, specie se si è già provveduto a comprare il resto dei componenti adatti a quella scheda madre. Se sei alla ricerca di una scheda madre di ricambio, fai molta attenzione alle cose dette in questo articolo e alle caratteristiche degli altri componenti del PC. Se invece devi assemblare un PC, prima di comprare una scheda madre, decidi tutti i pezzi che devi comprare prima e dopo esserti fatto un’idea di cosa comprare inizia a cercarne una adatta al tuo caso. Cosi farai un acquisto consapevole e non sprecherai troppi soldi nel rimediare agli errori.

No votes yet.
Please wait...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *