Ecco macOS Sierra: cosa porta di nuovo?

Da Martedi 20 Settembre macOS Sierra (10.12) è disponibile al pubblico. Quali sono le novità dell’ultima versione del sistema operativo Apple?

(Caro lettore, non  dimenticare di esprimere il tuo giudizio selezionando le stelle a fine articolo. Grazie, lo staff)

mac_os_sierra_presentazione

Un nuovo sistema operativo che rimane familiare pur introducendo nuove caratteristiche: questo quello che macOS Sierra riesce a fare. Apple non ha puntato tanto alla rivoluzione per questo sistema operativo, quanto all’integrazione di caratteristiche già presenti su altri dispositivi o all’aggiunta di utili nuove features. Ma vediamo insieme nel dettaglio le più interessanti!

Siri approda su Mac

Il famoso assistente personale ora approda anche su i pc di casa Apple. Diversamente da altri assistenti personali studiati per PC, Siri mantiene tutte le caratteristiche che più si apprezzano sugli handlet di casa Apple, e introduce nuove iterazioni per adattarsi alla nuova sistemazione.

Grazie a Siri si potrà gestire il proprio account Apple, e quindi aggiungere impegni all’agenda, leggere email e quant’altro. Sarà anche possibile gestire il proprio iMac o MacBook, e modificare le impostazioni tramite Siri stessa. Sarà anche possibile fare ricerca di file e cartelle, indicando diversi parametri di ricerca, come il nome o l’ultima data di modifica.

Se dovessi avere dubbi su cosa Siri possa fare per te basterà chiederle: “Cosa posso chiederti?”. Per attivarla basterà cliccare sulla sua relativa icona, premere ALT+SPAZIO oppure scegliere la sua icona dalla griglia delle app.

Modifiche alla gestione dello spazio disponibile e Scrivania e Documenti su iCloud

mac_os_sierra_2

Per la gestione e l’ottimizzazione dello spazio libero del proprio Mac non è mai esistito un applicativo interno così completo e funzionale. Andando su Mac>Informazioni su questo Mac>Archivio>Gestisci si aprirà una schermata inedita, mai vista su OS X.

Da questa schermata sarà possibile fare diverse azioni per ottimizzare lo spazio del proprio Mac. Si potrà spostare file su iCloud, svuotare il cestino e cancellare i file su iCloud più vecchi e poco usati oppure si potrà avere una panoramica delle app che occupano più memoria, semplificando quindi la disinstallazione delle app e la gestione della memoria stessa.

Inoltre da ora Scrivania e Documenti saranno direttamente accessibili da iCloud. Ovviamente questo permetterà ad altri Mac collegati all’account Apple e aggiornati a macOS Sierra di accedere ai suddetti file tramite iCloud in qualunque momento.

Funzione PIP

La funzione Picture-in-Picture (attualmente solo compatibile con Safari e HTML5) permetterà di vedere dei video senza ostacolare il lavoro che stiamo svolgendo. Il video verrà posizionato in un angolo dello schermo e sarà spostabile a piacimento (un pò come succede negli smartphone usando app come Twitch).

Foto avrà una sezione chiamata Ricordi

Foto di Apple, sfruttando un particolare algoritmo, creerà album generati progressivamente includendo foto scattate nello stesso periodo di tempo o nello stesso luogo.

Auto Un-Lock tramite Apple Watch

Un Apple Watch (aggiornato a watchOS 3) può sbloccare un Mac aggiornato a Sierra (e quindi senza dover inserire la password) semplicemente indossandolo quando si è vicini al proprio Mac. Per far questo bisognerà selezionare il Login Automatico dalle Preferenze di Sistema.

Apple Pay compatibile con Sierra… ma per adesso non Italia

Apple Pay è stato introdotto con Sierra anche nei Mac, ma come diciamo nel sottotema, non è per adesso disponibile in Italia. Siamo comunque fiduciosi che lo sarà in breve tempo.

Se dovessi essere interessato ad aggiornare a Sierra devi tener conto che il tuo Mac sia compatibile. I dispositivi compatibili con questo nuovo aggiornamento di sistema comunicati sono i seguenti:

  • iMac (Fine 2009)
  • MacBook (Fine 2009)
  • MacBook Air (Fine 2010)
  • MacBook Pro (Metà 2010)
  • Mac mini (Metà 2010)
  • Mac Pro (Metà 2010)
Rating: 5.00. From 1 vote.
Please wait...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *