Guardare le stelle con l’iPad!

Vuoi un ausilio per riconoscere le stelle che vedi nel cielo, ma non sai proprio come fare? Il telescopio è fuori dalla tua portata o vuoi vedere dove si trovano tutti i principali corpi celesti o le principali galassie? In questa guida vedrai come fare utilizzando il tuo iPad (o iPhone)!

Come forse saprai, esistono tante app, per i dispositivi mobili, che permettono di “vedere” le stelle. Queste app non fanno altro che dirti, in maniera molto precisa, la posizione relativa di ogni principale corpo celeste conosciuto, semplicemente puntando l’iPad (iPhone) nella direzione voluta. Vediamo insieme due tra le migliori app gratuite che ti permettono di fare ciò.

P.S. In questo articolo parleremo principalmente dell’iPad (essendo più comodo e versatile per tale compito). Ovviamente come già anticipato, le stesse app sono compatibili con altri dispositivi Apple quali iPhone e iPod. Le informazioni presenti in quest’articolo si possono considerare compatibili con questi dispositivi. Per semplicità comunque ci riferiremo solo all’iPad.

Le due app sono entrambe molto, ma molto complete anche nella loro versione gratuita: entrambe hanno infatti una versione premium a pagamento che da alcune features in più che comunque non inficiano l’utilizzo dell’app. Esse sono infatti libere da pubblicità e/o sono veramente rari i momenti di pop-up pubblicitari.

Mappa stellare è l’app più semplice delle due: semplicemente fa il lavoro per cui è chiamata in causa. In maniera semplice possiamo vedere dove si trovano i pianeti e le costellazioni principali e possiamo anche guardarli da “vicino” in maniera del tutto autonoma. Consigliata per chi cerca un’app semplice che con pochi tap ti permette di “visitare” lo spazio conosciuto.

Night Sky dalla sua è molto più completa. Potrebbe non sembrare pratica sotto certi aspetti, ma compensa questa maggiore profondità con caratteristiche molto interessanti: è possibile infatti sapere i momenti in cui i corpi celesti sono visibili (per ogni corpo celeste infatti sapremo chiaramente quando sorgerà e quando tramonterà) e impostare che l’app ci ricordi il fatto che uno di essi stia per sorgere. Anche quest’app permette di sapere la posizione dei corpi celesti, ma, anzichè spostare la visuale direttamente su di essi come Mappa Stellare, ci indicherà a schermo la loro posizione “costringendoci” a trovarli: componente che può piacere (se si considera l’utilità ludico-istruttiva), ma che lo rende appunto meno pratico di Mappa Stellare (se il nostro scopo è il solo vedere il corpo celeste e non sapere la sua posizione esatta).

No votes yet.
Please wait...
Marco Cavalli

Marco Cavalli

Appassionato di gaming e retro-gaming, soddisfo la mia curiosità verso l'ignoto leggendo e documentandomi su tutto ciò che attira la mia attenzione, e credimi il mondo dell'informatica ha tante sorprese da riservare!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.