Hdd o Ssd? Pro e conto

Hdd o Ssd? Cosa scegliere tra i due?
Per chi non sa di cosa stiamo parlando Hdd Sta per “Hard Disk Drive” mentre Ssd per “Solid State Drive”.
Bene o male tutti sanno che un Ssd è più veloce di un Hdd, ma è solo questa la differenza?

Ovviamente no! Ci sono diverse differenze tra Ssd e Hdd.
Parleremo dei Pro e dei contro di un Ssd in confronto ad un Hdd.
Iniziamo con i Pro:

  1. Nessun rumore.
  2. Velocità in tempi di scrittura e lettura.
  3. Maggiore resistenza agli urti.
  4. Produzione di calore inferiore.

Svantaggi:

  1. Costo elevato.
  2. Possibilità di perdita di dati.
  3. Minore capacità di memorizzazione.
  4. Durata limitata.

Adesso analizziamo passo per passo le caratteristiche dell’Ssd e le paragoneremo all’Hdd:

Nessun rumore
L’Ssd non produce rumore essendo composto da chip, rispetto ad un Hdd che ha un disco fisico dentro che gira e una linguetta (chiamata “Testina”) che si muove per leggere i valori.
hdd

Velocità in tempi di scrittura e lettura
Rispetto ad un Hdd, l’Ssd è prestazioni maggiori sia in lettura che in scrittura. C’è da dire che per quanto riguarda gli Hdd la velocità di essi varia dal modello in base ai rpm (giri al minuto), tuttavia il fatto che per accedere ad un dato l’hdd deve fare un giro impiega molto più tempo rispetto ad un Ssd che deve accedere ad una cella di memoria.

Maggiore resistenza agli urti
Se un Hdd cade a terra c’è la possibilità che si sposti di asse la Testina, che si danneggi il disco sgraffiandosi con la Testina, che qualcosa si smonti all’interno ecc… In sostanza gli Hdd sono più fragili e in caso di caduta è molto probabile che non funzioni più. Un Ssd essendo composto da chip, non vi è rischio che qualcosa si smonti o si danneggi, ovviamente stiamo parlando di urti medio-leggeri.

Produzione di calore inferiore
Gli Ssd hanno una temperatura media in sforzo di 40°C, mentre gli Hdd possono arrivare a 50°C. Ovviamente producendo calore possono interferire con la temperatura di tutto il computer e del resto dei componenti (Specialmente se si tratta di portatili).

Costo elevato
Il titolo parla da se, gli Ssd sono costosi. Non solo per quanto riguarda la capacità, ma più per una questione di produzione. In confronto un Hdd costa molto meno con quantità di memoria molto superiori.
Ssd 1€ = 2,5GB.
Hdd 1€ = 20GB.

Possibilità di perdita di dati
Essendo formato da chip, un Ssd non alimentato e non correttamente conservato può iniziare a perdere i dati. Per conservarlo correttamente sarebbe opportuno metterlo in un posto dove non sia esposto a troppi sbalzi di temperatura e non andare oltre di 5°C dalla temperatura massima di scrittura (Es. Se la temperatura in scrittura era di 40°C, non deve essere conservato ad una temperatura oltre i 45°C). Un Hdd invece non ha perdite di dati nel tempo e non ha bisogno di essere alimentato per mantenere i dati.
Per questo gli Ssd sono sconsigliati da usare con archivi di backup, ben si possono essere usati per l’installazione di sistemi operativi (il che implica che sono costantemente alimentati) e/o installazione di software o giochi.
Mentre gli Hdd sono altamente consigliati per effettuare backup.

Minore capacità di memorizzazione
Anche l’Ssd con la capienza maggiore non può raggiungere quella di un Hdd. Come detto poco fa infatti, gli Hdd sono consigliati per uso di backup e archiviazione. Mentre in un Ssd non possiamo salvare grandi quantità di dati.

In conclusione possiamo dire che per chi utilizza i PC a scopi ricreativi o professionali, un ssd può essere utile per installare il sistema operativi programmi o giochi, in quanto essi verranno letti molto velocemente, ma in ogni caso i dati di lavoro conviene salvarli su Hdd sia per una questione di sicurezza che per una questione di spazi dato che gli Ssd hanno una capienza inferiore.

No votes yet.
Please wait...

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *