News: Samsung utilizzerà le batterie di LG per i suoi smartphone

Colpo di scena in casa Samsung dopo le ultime disastrose uscite avvenute con Note 7. Cosa porta al cambiamento? Ed è questo quello che si aspettava la piazza?

(Caro lettore, non  dimenticare di esprimere il tuo giudizio selezionando le stelle a fine articolo. Grazie, lo staff)

samsung_note_7_difettoso

Visto come l’ennesimo passo indietro e l’ennesima crepa nella credibilità di Samsung, in settimana un annuncio arrivato dalla compagnia coreana ha lasciato tutti di stucco: Samsung infatti ha ufficializzato l’intenzione di usare in un futuro prossimo le batterie di un diretto rivale (LG ndr) sui propri smartphone. Notizia shock oseremo dire.

Come ti ricorderai, diversi utenti Samsung hanno avuto non pochi problemi con l’ultimo modello di punta della suddetta azienda, il Note 7. I problemi sono stati cosi gravi che Samsung si è vista costretta a ritirare il device dal mercato e ritirare tutti i prodotti usciti rimborsando i proprietari con altri dispositivi o conguaglio economico. Si pensava che il peggio fosse passato e che non si potesse scendere ancora più giù e toccare il fondo, ma ci sbagliavamo.

Secondo il sito inglese Chosun, Samsung è arrivata ad un accordo di massima con LG per l’uso delle batterie di questi ultimi. Secondo i primi studi preliminari c’è un 90% di compatibilità tra i dispositivi e le batterie ed è questa somiglianza tra gli hardware ad aver avvicinato le due compagnie. Per poter però vedere uno smartphone Samsung con batteria LG si dovrà attendere almeno metà 2017, visti i tempi di testing che sono lunghi generalmente 6 mesi.

La notizia è alquanto negativa perchè in effetti rovina la credibilità di Samsung: era infatti stata proprio Samsung a stabilire che l’esplosione dei Note 7 non era dipeso dalla batteria in se, ma dal design molto risicato e stretto che comprimeva le batterie e si sa che le batterie utilizzate oggigiorno tendono a gonfiarsi con il tempo e l’uso. Insomma un vero e proprio passo indietro di Samsung che però non trova giustificazioni plausibili. Secondo molti infatti sarebbe bastato ingradire il design di pochi millimetri per evitare problemi “esplosivi” ed infatti ci si aspettava un dietro front su questo fronte e non certo sulle batterie.

Ovviamente col senno di poi, solo Samsung sa le reali cause scatenanti le esplosioni dei suoi dispositivi (che non sembrerebbero fermarsi ai soli smartphone ultimamente), ma le uscite pubbliche del recente passato stanno minando continuamente la credibilità di questo colosso tecnologico. Che sia questo l’inizio di un declino per Samsung? Non è dato saperlo adesso, ma di certo il danno economico e d’immagine è veramente elevato e uscite come queste non aiutano certo a riportare tranquillità tra i clienti. D’altro canto questa strategia potrebbe portare ad interessanti partnership e nascita di smartphone che potrebbero associare i pregi di entrambe le compagnie. Strategia errata o scelta oculata? Ai posteri l’ardua sentenza.

No votes yet.
Please wait...

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *