Recuperare file da un Hard-Disk

In questo articolo spiegheremo come recuperare dati da un Hard-Disk vecchio o da un portatile.
Sarà capitato a tutti che il proprio PC si guasti, per vari motivi, e costretti a comprare un nuovo PC abbiamo perso tutti i dati.
Tuttavia a meno che il danno non sia relativo all’hard-disk possiamo recuperare i dati in vari modi:

Per recuperare questi dati abbiamo bisogno di smontare l’hard-disk dal PC vecchio e collegarlo a quello nuovo.
Per collegarlo abbiamo 2 metodi, collegarlo all’interno del PC o acquistare un adattatore, in seguito vedremo nello specifico i due casi.
Invece se dovete smontare un hard-disk dal computer precedente la procedura non è molto complessa, varia però se dobbiamo smontare un hard-disk da un portatile o da un fisso.

Smontare un Hard Disk da un Portatile

In genere per i portatili la procedura e molto veloce infatti basta un cacciavite.
Capovolgi il tuo PC portatile. Puoi notare dei piccoli scompartimenti, trovato quello con i dischi come in figura aprilo e troverai il tuo hard disk. Smonta l’Hard Disk e mettilo da parte.
Se nel tuo PC non sono presenti questi scompartimenti, implica che devi smontare tutto il pannello posteriore ed è una procedura più complessa. Fai attenzione, i PC portatili sono molto delicati e bisogna procedere con cautela, assicurati di togliere tutte le viti prima di fare forza sul portatile.

P_20160608_131349
Trova l’icona dell’Hard Disk.
P_20160608_131447
Apri il pannello dell’Hard Disk e smontalo.

Smontare un Hard Disk da un PC Fisso

Smontare un Hard Disk da un PC Fisso è semplice. Ciò che ti serve e sempre un solo cacciavite.
Nella maggior parte dei casi, guardando il PC dal pannello sinistro (quello smontabile che ti permette di vedere l’interno del PC), gli Hard-Disk sono situati sulla parte in basso a sinistra del Case.
La posizione degli Hard-Disk tuttavia varia da case a case quindi non può essere certa, ma essendo un componente abbastanza grosso è facile da localizzare.
Per rimuoverlo basta smontare i cavi e poi togliere le viti che lo tengono alla base. Certi case hanno una parte smontabile fatta a posta per inserire tutti gli Hard-Disk.

P_20160608_133417
Trova l’Hard Disk e smontalo, scollega prima i cavi e poi tiralo fuori.

Vediamo adesso come montare un Hard-Disk per recuperare i dati.

I tipi di Hard-Disk.

Esistono due tipi di Hard-Disk e due dimensioni.
Gli Hard Disk possono essere SATA o IDE, mentre le dimensioni sono 2,5 o 3,5 pollici.
Gli IDE sono Hard Disk molto vecchi per questo consigliamo di montarli come Hard Disk Esterni, anche perché la struttura tra 3,5 e 2,5 è differente.
I SATA invece sono la tecnologia che stiamo usando tutt’oggi, quindi possiamo montarli Internamente con un PC fisso o Esternamente su portatili e per quanto riguarda le dimensioni, sostanzialmente non ci sono grandi differenze. I 2,5 pollici sono studiati per i portatili mentre i 3,5 sono per i fissi, ma nessuno ci vieta di montarli uno sull’altro. Ovviamente un Hard Disk da 3,5 pollici non entra fisicamente dentro un portatile, mentre uno da 2,5 è piccolo rispetto ai box dei case dei PC fissi.
Adesso vediamo alcune immagini per capire se abbiamo un IDE o un SATA.
(Colore Rosso = Alimentazione, Colore Verde = Dati)

3,5 IDE 2,5 IDE
IDE da 3,5 pollici. IDE da 2,5 pollici.
3,5 SATA 2,5 SATA
SATA da 3,5 pollici. SATA da 2,5 pollici.

Con l’ausilio delle immagini puoi notare che tra SATA 3,5 e 2,5 non ci sono differenze di connettori, mentre tra IDE 3,5 e 2,5 ce ne sono. Questo implica che se avete un Hard-Disk SATA comprando un adattatore non avrete problemi perché funziona sia per i 2,5 che per i 3,5. Mentre per gli IDE dovete comprare un adattatore apposito alle dimensioni dell’Hard-Disk.

Per gli utenti dei portatili consigliamo l’ausilio di box esterni, mentre per chi ha un PC fisso può anche montare internamente l’Hard-Disk.

Montare internamente un Hard-Disk, su PC Fisso.

Questa operazione va eseguita a PC spento e scollegato da tutte le prese che portano corrente al PC (Principalmente dall’alimentatore e dal monitor).
Monta quindi l’Hard-Disk con le viti sul supporto apposito del case. Se usi un Hard-Disk da 2,5 pollici puoi collegarlo solo da un lato, lasciarlo penzolante può essere un rischio perciò è sconsigliato farlo, tuttavia se non hai modo di agganciarlo nel supporto puoi farlo, ma bisognare fare molta attenzione a non farlo entrare in contatto con altri componenti del PC.
Bisogna poi collegare l’Hard-Disk all’alimentatore e alla scheda madre.
Riguardiamo quindi le figure:

3,5 IDE ConnettoreIDE MadreIDe PowerIDE
 Hard-Disk IDE da 3,5 pollici  Cavo connettore IDE da 3,5 DATI  Connettore  IDE Dati sulla scheda madre  Connettore IDE da 3,5  Alimentazione.
3,5 SATA ConnettoreSata MadreSata PowerSata
 Hard-Disk SATA da 3,5 pollici  Cavo connettore SATA 2,5/3,5 DATI  Connettore SATA Dati sulla scheda madre  Connettore SATA da 2,5/3,5 Alimentazione.

Montare esternamente un Hard-Disk.

Questa procedura è la più semplice, veloce e sicura. Tuttavia necessita dell’acquisto degli adattatori appositi.
A differenza della precedente può tranquillamente essere effettuata da PC acceso e non abbiamo bisogno di montarlo internamente, quindi è una procedura ottima per chi usa un portatile.
Su internet puoi trovare un’infinità di adattatori. Quindi puoi cercare adattatori USB o Box Esterni per Hard Disk.
Esistono anche prodotti universali come questo esempio che è acquistabile da Amazon: Adattatore IDE e SATA con alimentatore.
Ricordati però che se vuoi montare un Hard-Disk IDE da 2,5 devi prendere un adattatore apposito per gli IDE 2,5 oppure puoi comprare un adattatore IDE da 2,5 a 3,5: Adattatore IDE da 2,5 a 3,5 pollici.

No votes yet.
Please wait...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *