Usare google maps come navigatore!

Ufficializzato in settimana con l’ultimo aggiornamento, Google ha finalmente aperto il supporto all’Italia per la versione navigatore di Google Maps! Ma vediamo in dettaglio le novità.

google_maps_navigatore

Google Maps è il servizio online più utilizzato per trovare velocemente un indirizzo o la locazione di enti pubblici, locali e via discorrendo. Infatti non sorprende che l’App dedicata al servizio stesso per dispositivi mobili avesse mantenuto un certo successo, ma stava soffrendo la concorrenza di molte altre app che includono un navigatore, oltre al visualizzatore di mappe. Da tempo Google aveva iniziato a sviluppare il proprio servizio attorno a questa nuova feature e, dopo l’annuncio di Gennaio scorso, anche in Italia è arrivata.

Come fare per attivarla? Devi possedere un dispositivo Android (unico sistema operativo che per ora può farne uso in Italia) e devi avere ovviamente la suddetta App installata e aggiornata all’ultima versione (la potrai scaricare direttamente dallo store se non dovessi averla già installata di default). E’ caldamente consigliato il possesso di un piano dati per il traffico internet, in quanto l’applicazione si appoggerà ad esso e sarebbe causa di costi aggiuntivi se non si dovesse aver sottoscritto un piano dati.

inizia_a_guidare

Detto questo apriamo l’applicazione. E’ stato modificato il layout dell’App stessa, in linea con tutti le altre App di Google, e quindi per poter attivare la modalità Guida dovrai aprire il pannello sulla sinistra: per farlo trascina il tuo dito dal lato sinistro dello schermo verso destra. Una volta aperto troverai una voce riferita al navigatore che è “Inizia a guidare“.

Una volta tappato su questa voce, vedrai la classica schermata da navigatore e ti sarà concesso di selezionare una destinazione o semplicemente muoverti senza meta venendo “seguito” dal navigatore. Ti verranno indicate le strade principali (autostrade, tangenziali e cosi via) più trafficate (colorate in rosso) e quelle più scorrevoli (in verde) in tempo reale e verranno anche indicati alcuni luoghi specifici (ristoranti, distributori di benzina, luoghi pubblici). Inoltre, avendo fatto l’accesso con un account Google personale, verranno anche indicati sulla mappa i luoghi dove abbiamo degli impegni (come per esempio, se abbiamo preso dei biglietti per l’aereo usando l’account scelto per google maps, verranno indicati data e orario nella mappa accanto l’aeroporto scelto). Bisogna però indicare che il navigatore non vi dirà i limiti di velocità (come fanno i normali navigatori) e nemmeno gli autovelox. Queste caratteristiche non sono state ancora implementate.

Sarà inoltre possibile scaricare delle mappe da utilizzare in modalità offline, ovvero senza l’utilizzo della connessione internet. Si potrà tappare sulla voce sottostante, ovvero “Aree Offline“, e da qua sarà possibile fare il download di aree da visualizzare e utilizzare senza l’uso di internet. Le aree “ritagliate” si aggiorneranno automaticamente ogni qualvolta sarai connesso ad una rete WiFi (quindi evitando costi aggiuntivi). Unica pecca, ma che sicuramente verrà modificata nelle prossime patch, è che non si può scaricare la mappa selezionata sulla memoria SD, ma verrà salvata sulla memoria locale. Quindi vanifica questa comoda opzione rendendola fruibile solo per chi ha abbastanza memoria interna libera sul dispositivo.

Con i giusti aggiornamenti, Google Maps potrà diventare una scelta di punta e non di ripiego rispetto gli altri navigatori presenti sul mercato forte del fatto che è un’app gratuita, con mappe aggiornate e molto facile da usare. Bisognerà vedere come si muoverà la Google nei prossimi mesi e se apporterà le modifiche tanto richieste dai suoi utenti. Noi siamo positivi che ciò avverrà, anche se non si è certi delle tempistiche.

No votes yet.
Please wait...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *